Cosa cambia per noi cittadini?

I CITTADINI

Dopo la fusione dei comuni i cittadini dovranno cambiare i documenti?

No, i documenti dei cittadini rimangono validi fino alla loro naturale scadenza senza bisogno di indicare la nuova denominazione del Comune. Per la tessera elettorale, il Comune invierà un tagliando da incollare in caso di variazione di ubicazione della sezione elettorale. 

Dopo la fusione dei comuni i cittadini cambiano il loro codice fiscale?

Ci sarà un nuovo codice fiscale solo per i nuovi nati in quel Comune dopo la sua istituzione. Per il resto, il codice fiscale dei cittadini non subisce alcuna variazione a seguito della nascita del nuovo Comune. 

I titolari di Partita IVA, patente di guida e libretti di circolazione dovranno comunicare personalmente le variazioni agli uffici competenti?

No. Sarà compito del nuovo Comune inviare i dati a ciascuno di questi uffici, che provvederanno direttamente ad effettuare le variazioni necessarie; il tutto senza oneri per cittadini ed imprese.

Le Associazioni perderanno la loro autonomia? Dovranno modificare l'attuale modo di operare sul territorio?

Le Associazioni non perderanno la propria autonomia e non dovranno modificare l'attuale modo di operare.
Solo se lo riterranno opportuno, potranno avere la possibilità di aumentare il livello di collaborazione con le altre realtà associative, implementando il lavoro di rete che in molti casi sta già dando degli ottimi risultati.
Dai lavori delle commissioni e dagli incontri dedicati alle associazioni nel percorso verso la fusione è stata formulata la proposta di istituire uno "sportello per le associazioni", finalizzato a migliorare i servizi degli uffici comunali verso il mondo associativo e con l'obiettivo di diminuire e semplificare le incombenze burocratiche.

Lunedì, 02 Gennaio 2017 - Ultima modifica: Sabato, 01 Aprile 2017