Atti

Questa sezione riporta gli atti riguardanti il processo di fusione dei Comuni di Flaibano, Mereto di Tomba e Sedegliano.

Lo scorso aprile, i rispettivi 3 Consigli comunali hanno approvato con delibera consiliare i seguenti 8 punti di attuazione per l'avvio dell'iniziativa di fusione:

  1. di richiedere al Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia, per le motivazioni espresse in premessa, di deliberare il referendum consultivo, il relativo quesito e il territorio dove risiedono gli elettori chiamati alla consultazione, ai sensi dell’art. 17, comma 9 della L.R. 7 marzo 2003 n. 5, per la costituzione di un nuovo Comune mediante fusione dei Comuni di Sedegliano, Mereto di Tomba e Flaibano;
  2. di stabilire che la denominazione del nuovo Comune di cui si propone la costituzione sia: Flaibano-Mereto-Sedegliano, dando atto che tale denominazione potrà essere oggetto di modifica a seguito di eventuale consultazione anche informale tra la popolazione interessata e che la diversa denominazione verrà tempestivamente comunicata agli uffici dell’Amministrazione regionale, previa modifica del presente atto deliberativo;
  3. di individuare la localizzazione del capoluogo del nuovo Comune a Sedegliano, con il mantenimento di uffici decentrati nei restanti Comuni di Mereto di Tomba e Flaibano;
  4. di approvare l’allegata planimetria del territorio ricompreso nella circoscrizione del nuovo Comune che si propone di istituire, dando atto che essa è tratta della Carta Tecnica Regionale;
  5. di richiedere al Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, per le ragioni espresse in premessa, di indire il referendum in una domenica non antecedente alla primavera 2017;
  6. di richiedere l’applicazione della disciplina transitoria in materia di composizione della Giunta comunale prevista dal comma 2 ter dell’art. 20 della L.R. 5/2003;
  7. di autorizzare il Sindaco del Comune di Sedegliano, quale Comune più popoloso, affinché informi la Regione della volontà di accedere ai finanziamenti straordinari per i percorsi di fusione previsti dalla legge, individuando le proposte di utilizzo dell’incentivo regionale, evidenziandone le finalità sovraccomunali e trasmettendo le coerenti deliberazioni di Consiglio comunale di richiesta di indizione del referendum, nonché a disporre di tutti gli atti conseguenti alla presente deliberazione;
  8. di trasmettere il presente atto agli uffici dell’Amministrazione regionale per l’esame istruttorio di competenza, ai sensi e per gli effetti di cui al citato art. 17, comma 8, L.R. 7 marzo 2003, n. 5”.

Scarica qui il testo completo delle delibere consiliari e la planimetria del territorio della circoscrizione del nuovo Comune.

Giovedì, 03 Marzo 2016 - Ultima modifica: Sabato, 14 Gennaio 2017